Glossario del vino


Nabucodonosor
Bottiglia dalla capacità di 15 lt (20 bottiglie da 0.75 lt).
Non dosato
Vino spumante senza alcuna aggiunta di sciroppo di dosaggio, anche detto pas dose'.
Oidio
Malattia della vite.
Ossidazione
Malattia del vino causata dal contatto con l'ossigeno presente nell'aria. In alcuni vini (ad. es. lo sherry), il contatto è voluto per ottenere un ben determinato vino liquoroso.
Ossigenazione
Nel servizio di un vino, è il semplice travaso dalla bottiglia originaria, per permettere a un vino chiuso di "aprirsi" sia nei profumi che nella vivacità.
P.A.I.
Persistenza Aromatica Intensa, si valuta nell'ambito dell'analisi gusto olfattiva; sta a indicare l'arco temporale in cui il vino persiste sia come percezione gustativa che come aromi di bocca; la scala dei valori è: Corto, Poco persistente, Abbastanza persistente, Persistente, Molto persistente.
Pas dose'
Vino spumante senza alcuna aggiunta di sciroppo di dosaggio, anche detto Non Dosato.
Passito
Vino prodotto da uve lasciate appassire (su graticci, sulla pianta, etc.)
Pastorizzazione
Trattamento a caldo per provocare la disgregazione microbica; si esegue a temperature inferiori a quella di ebollizione.
Pastoso
Valore della scala della morbidezza di un vino (nell'ambito dell'esame gusto-olfattivo); è sinonimo di un vino con un elevato contenuto di moribidezze, prevalentemente glicerina, al punto tale da renderlo "masticabile". Vedi Morbidezza.
Perlage
Termine francese che sta a indicare l'insieme delle bollicine di anidride carbonica presenti in un vino spumante; sinonimo di effervescenza.
Persistenza
Anche detta PAI, si valuta nell'ambito dell'analisi gusto olfattiva; sta a indicare l'arco temporale in cui il vino persiste sia come percezione gustativa che come aromi di bocca; la scala dei valori è: Corto, Poco persistente, Abbastanza persistente, Persistente, Molto persistente.
Pesante
Valore della scala del corpo di un vino (nell'ambito dell'esame gusto-olfattivo); è sinonimo di un vino con eccessivo contenuto di estratto secco; è una situazione negativa sintomatica ad es. di errate lavorazioni. Vedi Corpo.
Piatto
Valore della scala dell'acidità di un vino (nell'ambito dell'esame gusto-olfattivo). E' indice di un vino con pochissimo contenuto di acidità, quindi carenza di freschezza gustativa ed è una negatività. Vedi Acidità.
Pigiadiraspatrice
Macchinario che consente di effettuare contemporaneamente la pigiatura e la separazione dei raspi.
Polifenoli
Per polifenoli si intendono essenzialmente gli acidi fenolici, gli antociani ed i tannini; svolgono un ruolo decisivo nel colore, nelle caratteristiche organolettiche e nello stato evolutivo.
Portainnesto
E' la parte dell'innesto che ha proprie radici e che riceve la marza nutrendola.
Potatura ad alberello
Particolare potatura della vite che la rende a forma di albero dal fogliame molto ridotto e molto prossimo al terreno.
Potatura a spalliera
Particolare potatura della vite dove il ceppo e le sue ramificazioni sono poste lungo un piano verticale.
Pratiche di cantina
Si intendono solitamente tutte le lavorazioni effettuate dopo la fermentazione alcolica.
Premier Cru
Nel disciplinare della zona di Borgogna, sta a indicare i vini di pregio secondi solo ai Grand Cru.
Presa di spuma
Termine tipico con il quale si intende la formazione dello spumante mediante la rifermentazione in bottiglia (metodo classico) o in autoclave (metodo martinotti).
Pronto
Valore della scala dello stato evolutivo di un vino. E' indice di un vino ha raggiunto la sua maturazione ottimale per il consumo. Vedi Stato Evolutivo.
Registro dei vigneti
Inventario completo dei vigneti riportante i proprietari, i vigneti, gli impianti, la qualità, etc.
Rehoboam
Bottiglia dalla capacità di 4 lt (6 bottiglie da 0.75 lt).
Remuage
Operazione manuale eseguita sulle bottiglie prodotte con spumantizzazione metodo classico; consiste nello scuotere la bottiglia tramite alcune rotazione al fine di lasciar depositare le impurità sul collo della bottiglia. Oggi viene eseguita principalmente con metodi meccanici piuttosto che manualmente.
Retrogusto
Sensazione gusto-olfattiva che si percepisce alla fine dell'assaggio (anche denominata aromi di bocca); tipicamente richiamano i sentori della olfattiva.
Rifermentazione
Anche detta seconda fermentazione, è l'azione praticata per i vini spumanti soggetti a una ulteriore fermentazione dovuta alla presenza di zuccheri (talvolta capita casualmente nei vini dolci alterando il prodotto).
Rimontaggio
Pratica adottata nel mosto del vino rosso che consiste nel mettere in circolo le vinacce per favorire l'estrazione delle sostanze coloranti e dei tannini.
Riserva
Denominazione assegnata ai vini che hanno un anno di invecchiamento in più rispetto a quanto previsto dal disciplinare per quella tipologia di vino.
Robusto
Valore della scala del corpo di un vino (nell'ambito dell'esame gusto-olfattivo); è sinonimo di un vino con grande contenuto di estratto secco, tipico dei vino di grande struttura. Vedi Corpo.
Rosso Porpora
Tonalità di rosso tipica dei vini giovani con i caratteristici riflessi violacei.
Rosso Rubino
Tonalità di rosso tipica dei vini pronti per il consumo, è la tonalità più comune nei vini in degustazione il cui colore è simile a quello del rubino.
Rosso Granato
Tonalità di rosso tipica dei vini un po' più maturi, con l'invecchiamento il rubino vira verso il granato, prima sull'unghia, poi nell'insieme; il colore è anche indice di un rapporto più orienato verso le morbidezze che le durezze.
Rosso Aranciato
Tonalità di rosso tipica dei vini invecchiati, con l'invecchiamento il rosso tende verso il tipico colore mattone; l'equilibrio è decisamente spostato verso la morbidezza; se il colore è spento potrebbe anche essere indice di ossidazione
Ruvido
Attributo che sta a indicare un finale un po' risposo, polveroso; dipende dalla gioventù del vino o da un tannino di non buona qualità.