Glossario del vino


Unghia
Parte superficiale del vino lungo le pareti del bicchiere, caratteristica e riconoscibile durante l'evoluzione del colore del vino.
Uvaggio
Mescolanza di uve diverse prima della fermentazione alcolica (a differenza del taglio del vino).
Varietale
Si dice di un profumo direttamente riconducibile al vitigno, è sinonimo di uve aromatiche.
Velato
Valore della scala della limpidezza (nell'ambito dell'esame visivo); si attribuisce a un vino visivamente opaco e torbido per effetto della presenza di impurità (particelle in sospensione). Vedi limpidezza.
Vendemmia tardiva
Raccolta dell'uva effettuata nel momento in cui è già iniziato l'appassimento degli acini d'uva.
Vinaccia
Residuo della torchiatura dell'uva.
Vin de pays
Denominazione Francese per un vino di cui è nota la provenienza dell'uva (è l'equivalente della IGT in Italia).
Vin de table
E' la dizione Francese del nostro Vino da Tavola.
Vini aromatizzati
Vini a cui è stata addizionata una sostanza aromatica (da non confondere con i vini aromatici, ovvero quelli provenienti da uve aromatiche).
Vinificazione in bianco
Vinificazione effettuata, a partire da uve bianche o uve rosse, separando le vinacce dal mosto subito dopo la pigiatura.
Vinificazione in rosato
Vinificazione effettuata tipicamente partendo da uve rosse e con una breve macerazione delle vinacce insieme al mosto. E' possibile anche mescolare uve bianche e uve rosse, non è invece consentito mischiare vino bianco e vino rosso.
Vinificazione in rosso
Vinificazione effettuata, a partire da uve rosse, lasciando le vinacce a contatto con il mosto durante la fermentazione alcolica.
Vino
Prodotto ottenuto dalla fermentazione alcolica, totale o parziale, dell'uva fresca, pigiata o non pigiata, o di mosto d'uva.
Vino cotto
Vino ottenuto da mosto riscaldato a fiamma diretta prima della fermentazione (non è trattato con aggiunta di alcool o mosto concentrato).
Vino da Tavola
E' la prima classificazione del vino in commercio, non sono disciplinati, non c'è alcuna indicazione sulla provenienza dell'uva; l'unico obbligo è la menzione di vino bianco, rosso o rosato.
Vino dolce
Vino con residuo zuccherino.
Vino liquoroso
Vino ottenuto con l'aggiunta di sostante alcoliche (mistella, mosto cotto, alcool, etc.). In questa categoria rientra il Marsala, lo Sherry, il Porto, il Madera.
Vino novello
Vino ottenuto dall'ultima raccolta, da consumare preferibilmente entro 6 mesi dalla produzione; si ottiene tramite la fermentazione carbonica.
Vino passito
Vino ottenuto dalla fermentazione alcolica di uva appassita, o sulla pianta o su graticci, disidratata da botrytis cinerea (anche detto muffato), disidratata dal ghiaccio (vini di ghiaccio).
Vino spumante
Vino bollicine ottenuto mediante processo di rifermentazione (in bottiglia, metodo classico oppure in serbatoio, metodo Martinetti o Charmat).
Vinoso
Aggettivo che si da al vino quando presenta il tipico sentore della cantina; è tipico di un vino giovane, di pronta beva.
Viscoso
Valore della scala della consistenza (nell'ambito dell'esame visivo); si attribuisce a un vino che ha una grande consistenza, ovvero archetti regolari e molto fitti con lacrime lentissime. A meno che non si tratti di vini dolci o liquorosi, è una situazione negativa. Vedi Consistenza.
Vite americana
Vite appartenente ad una delle specie originarie dell'america, utilizzata per l'innesto della vitis vinifera a seguito del diffondersi della fillossera.